12 set 2016

Nuove Lagerstroemie in giardino

A dispetto del suo nome quasi impronunciabile, la Lagerstroemia indica è una delle specie a fioritura estiva maggiormente presenti nel nostro paese. Originaria della Cina, ove per millenni è stata utilizzata per adornare i templi, fu successivamente introdotta in India,  paese nel quale riveste tuttora un notevole importanza economica per la produzione di legname, che, essendo molto compatto, resiste agli attacchi di insetti quali le termiti, assai diffuse in questi ambienti.  Fu osservata da Magnus von Lagerstroem, direttore della Compagnia delle Indie,  nella prima metà del 1700 e da questi inviata a Linneo affinchè la classificasse. Fu proprio Linneo a battezzarla con un nome tanto difficile, in onore del suo amico e “scopritore”. 

In Europa la Lagerstroemia viene impiegata unicamente per il valore ornamentale, dato principalmente dalla copiosa e prolungata fioritura estiva, che dalla fine di giugno arriva sino all’autunno, con tonalità che spaziano dal bianco puro al rosso bordeaux, passando attraverso tutta la gamma dei rosa e dei violetti, a seconda della varietà. La specie è in realtà bella in ogni stagione dell’anno: in primavera emette foglie inizialmente bronzee, che diventano successivamente verde, in estate è in fiore, in autunno le foglie diventano rosse, giallo e arancio prima di cadere e in inverno la corteccia della pianta si sfoglia, mostrando placche color arancio-salmone. La ricerca vivaistica si è ampiamente dedicata, nel tempo, alla selezione e introduzione di numerose varietà molto interessanti, tanto per il ritmo più sostenuto di crescita, quanto per la grandezza e la colorazione delle pannocchie. 



Lagerstroemia indica Watermelon Red

Tra le tante sono particolarmente interessanti alcune varietà con diverse tonalità di rosso, come la Lagerstroemia indica Watermelon Red, ibridata intorno al 1920. Forma cespugli eretti e vigorosi, che a partire dal mese di luglio di ricoprono di pannocchie lunghe fino a 20 cm color rosso cocomero. Facile da coltivare e di buona vigoria, va protetta da gelate intense e prolungate negli stadi giovanili. Bellissima anche in autunno, quando, come tutte le Lagerstroemie presenta un foliage giallo arancio. Si consiglia la coltivazione a cespuglio libero o a gruppi. Raggiunge i 4-5 m di altezza. 

Lagerstroemia indica Dynamite
Altra selezione molto interessante è Lagerstroemia indica Dynamite, che, come dice il nome stesso, è una varietà davvero esplosiva, di recente introduzione e ibridata in Nordamerica, che si distingue da tutte per i fiori, inizialmente bianchi quando in boccio e poi di uno splendido colore rosso vivo una volta aperti, di una tonalità mai riscontrata prima in questa specie. Non di rado tuttavia, può presentare sulla stessa pannocchia, fiori rosa acceso e rossi. Ha pannocchie compatte, fitte e lunghe anche 15-20 cm. Di portamento eretto e raccolto, è bellissima allevata a cespuglio, per macchie isolate, siepi libere o appoggiate su spalliere, ma fa ottima mostra di sé anche in capienti vasi. Raggiunge al massimo 4-5 m di altezza. 

Negli ultimi decenni in Nordamerica il lavoro degli ibridatori si è rivolto a incroci fra la specie L. indica e la L. fauriei, di provenienza giapponese, avente corteccia dalle caratteristiche striature color corallo. Ne sono risultate cultivar molto interessanti, sia per la buona capacità di crescita che per la colorazione di corteccia e fogliame, con foliage da autentica “Indian Summer”. Sono ibridi che hanno anche una buona resistenza al freddo. 
Lagerstroemia x fauriei Natchez

Lagerstroemia x fauriei Natchez: è un bellissimo cespuglio allargato, a foglie grandi e portamento leggermente pendulo, che si accentua in estate, allo sbocciare delle infiorescenze candide e piuttosto grandi e numerose. Bellissima anche nella stagione autunno- invernale, quando le foglie si colorano di rosso-arancio e, cadendo, svelano la corteccia liscia, con sfumature varie di rosso, cannella e marrone chiaro. Di notevole effetto e fioritura prolungata si raccomanda di coltivarla a cespuglio allargato, in terra o in vaso. Raggiunge 5-7 m di altezza. 

Lagerstroemia x fauriei Tonto
Lagerstroemia x fauriei Tonto: altra vivacissima varietà di Lagerstroemia ibrida caratterizzata però da portamento compatto e regolare, accrescimento lento e forma globosa, che può raggiungere al massimo 3 m di altezza. Il tutto la rende adattissima a piccoli giardini o alla coltivazione in vaso. In estate produce miriadi di fiori riuniti in pannocchie erette, rosa fucsia, talora tendente al rosso scarlatto, allegre e perfette per la luce forte dei nostri climi. Per poterla apprezzare al meglio si consiglia di allevarla a cespuglio.


Lagerstroemia x fauriei Muskogee
Lagerstroemia x fauriei Muskogee: altro ibrido ottenuto nello stato di Washington incrociando Lagestroemia indica e L. fauriei, forma grandi arbusti di dimensioni notevoli per la specie, fino a 7-8 m, di rapido sviluppo e piuttosto vigorosi. Il nome deriva da quello di una tribù di Indiani d'America. In estate produce numerosi e grandi pannocchie di fiori color rosa lilla, leggermente profumate e molto eleganti. Il fogliame, verde durante la stagione vegetativa e piuttosto grande, in autunno si tinge di giallo-arancio, mentre in inverno, sugli esemplari adulti, la corteccia si sfoglia in eleganti squame arancio-cannella. Sicuramente una delle più belle cultivar di lagerstroemia.


1 commento:

  1. Piacciono tanto a mio padre... Gli farò leggere l'articolo!

    RispondiElimina