15 gen 2018

Le Nandine per i terrazzi

In un post precedente abbiamo parlato della Nandina domestica, pianta considerata di buon auspicio in Estremo Oriente e che per questo viene regalata ad inizio anno. Benchè non abbia uno sviluppo eccessivo, può arrivare a crescere fino ad un paio di metri, tanto da essere paragonata ad un piccolo bambù. Dimensioni poco sostenibili per chi non ha grandi spazi, o anche per un semplice terrazzo cittadino. La nandina è una specie cara ai giapponesi, ove esiste addirittura una società a lei dedicata. Il lavoro di ricerca e ibridazione di questa pianta nell’areale di origine, ha prodotto un numero variabile di cultivar (in Giappone circa 65!!), ma in Europa se ne conoscono e se ne reperiscono molte meno; di seguito una breve descrizione delle più diffuse, che, guarda caso, sono tutte a portamento contenuto e quindi idonee per la coltivazione in vasi e cassette. 

Nandina domestica Fire Power

E’ una cultivar nana di origine orticola, a portamento compatto e naturalmente globoso, che raggiunge al massimo 80 cm di altezza e 50-60 di larghezza. Presenta foglie più larghe della Nandina domestica, di colore che varia dal verde al rosso fuoco fino al giallo arancio, e che si accentua nel periodo invernale e in seguito all'esposizione al sole. Se coltivata all'ombra invece, il colore prevalente è il verde. A differenza della specie botanica non produce fiori, né bacche, e l’aspetto decorativo è dato unicamente dalla forma contenuta e dal colore delle foglie. Si utilizza per piccole bordure, da sola o in associazione con erbacee perenni e piccoli arbusti, oppure, date le sue dimensioni, si presta ottimamente alla coltivazione in vaso, anche in questo caso sola, o più spesso associata a perenni o stagionali. Le esigenze di coltivazione sono analoghe a quanto visto per la nandina domestica.

Nandina domestica Gulf Stream

Introdotta sul mercato italiano da alcuni anni, è una apprezzata cultivar di Nandina domestica a portamento compatto, fitto e piuttosto allargato a maturità. Raggiunge gli 80-100 cm di altezza e 60-80 cm di larghezza. Le foglie, simili a quelle della nandina, ma più strette, appuntite e serrate, si colorano intensamente di rosso, specie durante la stagione fredda, ma, a differenza della specie botanica, mantengono bene il colore anche durante la primavera-estate. Non producono però fiori e bacche. Non hanno esigenze particolari di terreno, tollerando da adulte, una volta affrancate, anche brevi periodi di siccità. Sono perfette da impiegare in bordi misti, aiuole, macchie, roccaglie,  ma anche per la coltivazione in vasi o cassette in terrazzi e corti. Coltivazione analoga a quanto visto per la Nandina domestica. 

Nandina domestica Lemon Lime


Particolare selezione unica nel suo genere, la Nandina domestica Lemon Lime® è una cultivar recentemente introdotta e caratterizzata dalla nuova vegetazione di un attraente giallo lime, che tende a scurire leggermente durante l'estate. Di portamento compatto, cresce fino a 100-120 cm ed è adattissima per bordure, macchie, gruppi, e per composizioni in vaso. Predilige posizioni di sole (al Nord) o di mezz’ombra luminosa al Sud, dato che le foglie hanno una certa tendenza a ustionarsi. Si sconsiglia tuttavia di spostarla in ombra completa, altrimenti le foglie virano al verde scuro, perdendo di luminosità.  E’ molto adatta ad illuminare angoli un po' trascurati del giardino, in associazione con altre specie a foglia colorata, quali ad esempio aucube, Tradescantie, Elaeagnus variegati o Nandina Gulf Stream. Esigenze in coltivazione analoghe alle precedenti. 

Nessun commento:

Posta un commento